Reflex: cos’è, cosa comprare e cosa significa

reflex

Cos’è una reflex

La reflex, o col nome più completo, single-lens reflex (SLR) è un tipo di fotocamera che possiede un sistema che permette di osservare dal mirino l’inquadratura dall’obiettivo. Il sistema di una reflex è composto dall’obiettivo, che è in grado di inquadrare il soggetto della fotografia, da uno specchio inclinato di 45° verso l’alto, che è posto dietro all’obiettivo e da un pentaprisma, il quale è in grado di fissare le luci e raddrizzare l’immagine. Questo è chiamato anche pentaspecchio per quanto riguarda i modelli di fascia bassa. Le fotocamere reflex sono dotate di obiettivi intercambiabili a seconda del tipo di foto che si voglia scattare. Gli obiettivi principali sono tre: quello normale o medio, il grandangolo e il teleobiettivo. L’obiettivo normale ha come punto di riferimento la corretta proporzione dei piani e tende a riprendere ciò che l’occhio umano vede, infatti ha come distorsione proprio la visione umana.

Fa in modo di rappresentare le rette parallele sul fotogramma, come se l’occhio nudo le vedesse dallo stesso angolo e dallo stesso punto di vista. Cerca di essere una rappresentazione fedele a ciò che osserviamo. Il grandangolo ha una visione ampia e solitamente si utilizza per gli spazi aperti e per i paesaggi. Il teleobiettivo si interessa soprattutto per i primi piani e per i ritratti. A differenza delle reflex, le fotocamere compatte non hanno obiettivi intercambiabili e appunto tutto risulta concentrato in un unicum. Per questo sono dette “compatte”.

Cosa significa reflex in fotografia?

Il termine inglese reflex, che significa riflesso, in fotografia si riferisce a un sistema ottico che attraverso il mirino fa in modo che si veda la stessa immagine che viene catturata dall’obiettivo attraverso il pentaprisma. A quest’ultimo sono associati il mirino e l’esposimetro. Inoltre c’è la presenza di uno specchio collegato al sistema che è in grado di deviare la luminosità dall’obiettivo al pentaprisma.

L’otturatore invece consente di esporre il sensore per un tempo che viene impostato dopo che si è alzato lo specchio. La differenza con le fotocamere compatte è che in quest’ultime non c’è un sistema che permetta di vedere direttamente la stessa immagine che viene inquadrata dall’obiettivo. Esse hanno semplicemente un sensore che fa in modo di trasmettere le immagini al monitor posteriore che è un sistema di messa a fuoco a contrasto. Possiedono poi un esposimetro integrato nel meccanismo della macchina. Il sistema delle macchine reflex è molto più potente ed efficiente rispetto a quelle compatte, così come la qualità dell’immagine rende molto di più rispetto a qualsiasi altra fotocamera.

Cosa comprare

Le macchine fotografiche reflex si dividono in tre gruppi: le professionali, le semi-professionali e le entry-level. Quelle professionali sono più leggere, più resistenti e realizzate con materiale migliore in lega di metallo, nella parte interna. Le reflex professionali sono dotate di pentaprisma migliore rispetto alle entry-level.

Inoltre hanno più memoria, possiedono la doppia ghiera, un autofocus e un esposimetro più sofisticati. L’otturatore è più raffinato e di migliore qualità. Le entry level sono caratterizzate da materiali meno pregiati, i quali sono soprattutto materiali plastici. Le reflex entry-level, sono pensate anche per i principianti, e per questo motivo hanno funzioni più semplici alla portata anche di chi non ha tantissima esperienza nell’ambito. Ad esempio ci sono programmi preimpostati che sono in grado di scattare buone fotografie, nonostante non si sia particolarmente esperti a regolare i vari aspetti dell’immagine.Le reflex entry-level sono ottime per iniziare a conoscere il mondo della fotografia e a sperimentare sull’immagine. Inoltre i prezzi sono accessibili più che per le reflex professionali. Comunque per i più esperti o per chi è intenzionato a scattare un certo tipo di fotografie a un livello superiore, consigliamo le reflex professionali perché sono in grado di dare un’ottima qualità alla foto che una entry-livel non riesce a raggiungere.

Le semi-professionali invece si pongono a metà strade tra le professionali e le entry-level. Hanno alcune caratteristiche dell’una e dell’altra. Tutte le semi-professionali hanno la doppia ghiera di controllo. In ogni caso, quando scegli una fotocamera devi considerare la qualità delle immagini, la qualità delle immagini ad alti ISO, il monitor orientabile e la connettività. Tutti i modelli di reflex scattano foto eccezionali e la qualità quindi è ottima. Bisogna poi considerare la fotografia ad alti ISO, che tiene in considerazione la sensibilità che è la capacità di cambiare il proprio stato chimico e fisico in funzione del tempo. Scegliere una reflex che abbia connessione Wi-Fi può rivelarsi sicuramente più utile dal momento che fa in modo di poter condividere tutto immediatamente, sui social o comunque on line, senza dover trasferire l’immagine prima ad altri dispositivi. Inoltre il fatto del monitor orientabile è molto utile per inquadrare le varie angolature e per decidere da che punto avere più luce o altri dettagli che si possono ottenere spostando lievemente il piccolo schermo.

Facebook Comment