Notizie.it logo

Pera veloce da boxe: cos’è e come utilizzarla

Pera veloce da boxe: cos’è e come utilizzarla

La pera veloce è uno strumento utilizzato principalmente da chi pratica la boxe. Questa pagina ti illustrerà meglio cos'è, come funziona a cosa serve.

La pera veloce, chiamata anche “sacco veloce”, è uno strumento ginnico utilizzato da chi desidera tenersi in forma e potenziare la propria resistenza muscolare. La pera veloce è sfruttata in particolare dagli sportivi dei pesi massimi perché consente di migliorare i riflessi e la successiva azione fisica. In questa pagina ti illustrerò come è fatta la pera veloce insieme alle modalità e alle finalità di utilizzo.

Pera veloce: cos’è

Dalla forma simile all’omonimo frutto, il sacco veloce è raccomandato anche a chi desidera perdere peso e bruciare le calorie in modo consistente. Utilizzato in prevalenza nel settore della boxe, la pera veloce serve per l’allenamento con un avversario immaginario, rappresentato materialmente dal sacco. Questo strumento racchiude le caratteristiche principali per prevenire un attacco e migliorare la propria difesa.

Come utilizzarla

Per eseguire degli esercizi corretti, la pera veloce deve essere posizionata alla giusta altezza, ovvero all’altezza del mento. Se il sacco veloce dovesse essere messo più in alto, questa posizione comporterebbe un maggiore sforzo a livello delle spalle e delle braccia.

La conseguenza non riguarda soltanto il sovraffaticamento degli arti, ma anche un’impostazione sbagliata della tecnica giusta.

Inoltre, i piedi non devono essere molto distanti. Il tratto fra un piede e l’altro non deve essere superiore alla larghezza delle spalle. Quando si esegue un esercizio, occorre proiettare il corpo verso la pera veloce, ma in maniera non troppo ravvicinata. Se fossi troppo vicino, rischi di essere colpito dal ritorno del sacco, mentre una lunga distanza implica una notevole estensione delle braccia.

L’ideale è piegare le braccia ad angolo retto, ovvero a 90 gradi, e tenere i pugni all’altezza di un metro. La parte da colpire sarà il centro della pera veloce e la mano che darà il colpo finale sarà quella posizionata sotto il mignolo. Durante l’esercizio, si creano dei movimenti circolari e dovrai fare attenzione a due aspetti principali. Il primo è la distanza: mantieni una certa lontananza dal sacco perché più vicino sei e più frequenti saranno i colpi.

Il secondo riguarda il momento in cui sferrare i pugni. Per eseguire correttamente l’esercizio, dovrai sferrare i colpi quando il sacco veloce fa ritorno, come se fosse un avversario pronto ad attaccarti.

A cosa serve

La pera veloce rappresenta uno degli strumenti di allenamento più utilizzati da chi pratica boxe perché aiuta a migliorare la concentrazione, potenziando il rapporto tra le mani e gli stimoli muscolari. Scendendo nel dettaglio, il sacco veloce migliora la precisione e la coordinazione della tecnica pugilistica. In commercio e nelle palestre esistono diversi modelli che si distinguono per peso e forma, a seconda delle esigenze dello sportivo. Il sacco veloce può essere impiegato per modellare il proprio corpo grazie alla stimolazione dei muscoli del corpo, non solo della parte superiore, ma anche di gambe e glutei.

La pera veloce è soggetta a molteplici pugni e per evitare di essere colpito dovrai compiere molto movimenti per non essere sconfitto da questo avversario materiale.

Si tratta, fondamentalmente, di un allenamento tosto che dagli appassionati viene visto anche come un autentico ballo. Come ogni allenamento che si rispetti, serve anche una buona musica che stimoli tutta l’adrenalina e la forza fisica che è in te! Buon divertimento!

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche