Cura dei capelli ricci: 3 consigli da sapere

Lavaggio dei capelli ricci, asciugatura dei capelli ricci, trucchi per la cura dei capelli

capelli ricci

I capelli ricci sono amati da tantissime donne ma richiedono anche dei trattamenti e una cura particolare, poiché tendono facilmente al crespo a causa dell’umidità. Quindi bisogna curarli con prodotti adatti al tipo di capello.

Shampoo capelli ricci

Per i capelli ricci è preferibile uno shampoo senza SLS che sarebbe laurilsolfato di sodio: è ritenuto troppo aggressivo per i capelli ricci e si trova in quasi tutti i prodotti detergenti e negli shampoo, per questo è bene leggere sulla confezione. I prodotti senza SLS danno definizione e lucidità ai ricci. Per i ricci è bene utilizzare anche un balsamo, preferibilmente apposta per questo tipo di capello. Inoltre, è sconsigliato comprare prodotti contenenti alcool perché tendono a seccare i capelli e a renderli più fragili. Infatti le mousse e le spume contengono alcool. È utile lavare i capelli con poca frequenza ed è bene utilizzare poco prodotto per evitare di seccarli e di sfibrarli. Il prodotto va applicato sulle lunghezze ed è da evitare di metterlo sul cuoio capelluto che potrebbe appesantire i capelli.

È bene concentrarsi sulle punte che risultano spesso le più rovinate.

Come asciugare i capelli ricci

Per quanto riguarda l’asciugatura dei capelli è consigliato utilizzare per prima cosa un panno in microfibra oppure la tecnica del plopping che permette di utilizzare una maglietta anziché un panno. Bisogna posizionare la t-shirt o il panno sui capelli per un’oretta in modo da asciugarli, togliere il crespo e renderli voluminosi. Successivamente si procede con l’asciugacapelli con diffusore. I capelli devono essere già abbastanza asciutti prima di procedere con il diffusore. Si consiglia di asciugare i capelli a testa in giù, scuotendoli leggermente per avere più volume. È consigliato non usare la spazzola se hai i capelli molto ricci perché tutto il lavoro fatto finora potrebbe essere stato inutile e conferire nuovamente un effetto crespo, quindi è bene pettinare i capelli con le dita inumidite così da avere ricci più definiti. Possiamo completare l’operazione con qualche olio adatto all’effetto anti crespo.

Acconciatura capelli ricci

Dobbiamo tenere presente che i capelli ricci è preferibile asciugarli al naturale senza phon oppure, come già spiegato, con il diffusore impostato a basse temperature, perché troppo calore potrebbe rovinare i capelli.

Se volete utilizzare la piastra, fatelo, ma con moderazione e usando dei prodotti protettivi. Bisogna stare attenti agli ambienti umidi perché sono un grande nemico per i ricci. Infatti è preferibile, in questi casi, coprire la testa con un foulard o con un cappello. Inoltre, un fattore decisamente importante da tenere presente e che non tutti sanno è il fatto di preferire un cuscino di raso o seta piuttosto che di cotone. Questo perché i capelli ricci con un cuscino di cotone tendono maggiormente ad arruffarsi e ad aggrovigliarsi, dal momento che il cotone produce umidità.

Oltretutto i capelli ricci è bene lavarli non più di due volte alla settimana perché si rovinano maggiormente e tendono ad incresparsi molto più facilmente. Gli oli che funzionano meglio per la cura dei capelli ricci sono quelli di cocco, di germe di grano e di mandorle dolci. Se utilizzerete questi tipi di olio vedrete che otterrete dei risultati strepitosi e i vostri capelli risulteranno estremamente nutriti.

Ne bastano poche gocce per dare la giusta forma al singolo riccio oppure si possono utilizzare anche come impacco pre shampoo lasciando agire per un paio d’ore. Una volta asciugati i capelli si possono utilizzare delle spazzole a setole di cinghiale che non danneggiano i capelli. Anche se, come già detto, nel caso aveste capelli particolarmente ricci si preferisce utilizzare le dita inumidite. I capelli vanno pettinati quando sono umidi, sennò da asciutti possono spezzarsi le punte.

Un altro segreto per avere i ricci al top è fare ogni tot delle maschere per i capelli. Vedrete ottimi risultati soprattutto facendo la maschera in casa con un cucchiaio di olio di albicocca, un cucchiaio di olio di mandorle dolci, un cucchiaio di olio di semi di ricino, sei cucchiai di henné neutro e tè verde. Molto consigliata anche quella che si prepara con un avocado, tre cucchiai di amido di mais, due cucchiai di miele e un cucchiaio di olio di semi di lino.

Un altro tipo di maschera per capelli ricci è quella con tuorli e cetriolo. Ciò che occorre è mezzo cetriolo, due tuorli, due cucchiai di miele, cinque cucchiai di henné neutro e due cucchiaini di olio evo. Le maschere vanno fatte almeno una volta alla settimana. Tenete presenti questi piccoli ma utili consigli e vedrete che sfoggerete sempre capelli ricci da urlo!

Leggi anche
Pentola Swiss Home
23/11/2017 0
Cucinare è un’attività che spesso si rivela essenziale, specialmente se si abita da soli. ...